Lecce, Doumbia: “La squadra che ha più fame vincerà il campionato”

Doumbia potrebbe partire titolare nella partita contro il Benevento. Il centrocampista francese ha dichiarato: “Per vincere il campionato dobbiamo dimostrare di avere più fame delle altre squadre”

abdou doumbia

LECCE- Francesco Moriero dovrebbe ritoccare la formazione di domenica scorsa. Due o tre mosse sperando di sortire effetti migliori nella partita che vedrà i giallorossi opposti al Benevento, formazione con ottime credenziali per la promozione diretta in serie B.

La rivisitazione dell’undici di partenza dovrebbe riguardare difesa e centrocampo. Per il settore difensivo il tecnico leccese valuterà la condizione di Vinetot: il francese non ha convinto nelle prime uscite stagionali; è apparso i ritardo di condizione e la difesa ha ballato non poco. Sia a Salerno sia in casa contro L’Aquila due gol degli avversari sono nati nella sua zona e dalla tersta e dai piedi del suo “controllato”. In pre allarme Ferrero per il ruolo di centrale al fianco di Martinez mentre a sinistra Rullo (se non supera i problemi ad un polpaccio) lascerà il posto a uno tra Nunzella o Sales (quest’ultimo utilizzato nel corso della partita contro L’Aquila al posto del mancino napoletano).

La mossa più importante potrebbe riguardare Bogliacino: l’uruguaiano sembra ingabbiato nel ruolo di play e finora non si è espresso secondo le sue potenzialità. Il centrocampista, alla seconda stagione in giallorosso, ha sempre giocato da mezzala, ma nella gestione di Antonio Toma, il mediano sudamericano fu schierato in posizione avanzata confermando il suo fiuto per il gol e arrivando a toccare quota undici, laureandosi capocannoniere della squadra salentina.

Contro il Benevento Moriero potrebbe dare indicazioni  alla squadra per un assetto che poggi sul 4-2-3-1: uno schieramento che  richiederebbe l’impiego di due piantoni del centrocampo (con caratteristiche complementari) quali Salvi e Parfait e con l’avanzamento di Bogliacino, il quale ai propri finachi avrebbe Miccoli (a sinistra), Doumbia a destra e Zigoni in area. Quella di Doumbia potrebbe rivelarsi, in questa occasione, la prima scelta, scartando così l’utilizzo (almeno dall’inizio) di Ferreira Pinto, deludente all’esordio. Pertanto Moriero potrebbe concedere a Bogliacino licenza di affondare sperando anche in una manovra più illuminata, avvolgente e rapida. E Zigoni, forse, potrebbe voltare pochissimo le spalle alla porta aspettando palloni buoni da testare contro il portiere avversario.

Melara e Ferreira Pinto potrebbero essere soluzioni alternative per le corsie esterne aspettando magari in una condizione ottimale così come per Papini e Amodio, i quali non dovrebbero far parte della lista dei convocati.