Dopo un rocambolesco inseguimento, i carabinieri recuperano camion cisterna rubato contenente 5000 litri di gasolio

Recuperato, dopo un rocambolesco inseguimento, un camion cisterna, contenente circa 5.000 litri di gasolio agricolo, asportato poco prima a Massafra

autocisterna

MASSAFRA- Nella trascorsa nottata i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Massafra, hanno recuperato, dopo un rocambolesco inseguimento, un camion cisterna, contenente circa 5.000 litri di gasolio agricolo, asportato poco prima a Massafra, restituendolo al legittimo proprietario. Erano circa le 4.00, la Gazzella dei Carabinieri stava pattugliando la Strada Statale 100, in agro del Comune di Mottola, quando i militari hanno incrociato un camion cisterna, che percorreva la stessa arteria in direzione Bari, e insospettiti dal veicolo hanno deciso di effettuare un controllo.

L’automezzo pesante però, nonostante i Carabinieri avessero attivato i dispositivi di segnalazioni luminosi ed acustici intimando l’alt, ha accelerato la corsa per sfuggire al controllo e, per evitare di essere superato dal veicolo militare, ha iniziato a guidare  a zig-zag.

Giunto all’altezza di un bivio, il conducente della cisterna ha svoltato improvvisamente e, dopo aver abbandonato rapidamente il mezzo, è salito a bordo di un’Audi A3, condotta da complici che lo attendavano già con la portiera aperta.

I malfattori sono riusciti così a fare perdere le loro tracce, favoriti dal fatto che il camion abbandonato ostruiva la sede stradale non consentendo ai Carabinieri di proseguire l’inseguimento.

I successivi accertamenti hanno consentito  di appurare che il veicolo in questione, contenente circa 5.000 litri di gasolio agricolo, era stato asportato, nella stessa notte, presso un’azienda di Massafra, attiva nel commercio di carburanti, dalla quale i malfattori avevano asportato anche una seconda autocisterna contenente altri 15.000 litri di gasolio agricolo.

Difatti i ladri, dopo essersi introdotti nel piazzale della ditta, hanno  prelevato il carburante dai depositi della stessa, caricandolo nelle due cisterne asportate, di cui una era quella intercettata. La refurtiva recuperata, del valore complessivo di euro 20.000 circa, è stata restituita al legittimo proprietario.