A testa bassa verso la sfida verità col Benevento

Confronto tra tecnico e squadra alla ripresa degli allenamenti in vista della sfida con il Benevento. Non ci sono margini di errore dopo le due sconfitte consecutive in avvio di stagione. La società resta in cerca di un altro attaccante, smentita l'idea Boijnov e Foti.

TIM

LECCE- Prossima fermata Benevento. Sebbene sia appena la terza giornata di campionato, secondo alcuni rumors, la trasferta in terra campana potrebbe addirittura essere il capolinea per Francesco Moriero sulla panchina del Lecce. Le parole pronunciate al termine del match con L’Aquila perso malamente e in maniera indecorosa, per citare le stesse parole del direttore Antonio Tesoro, potrebbero aver avuto il rintocco di un ultimatum. Una certezza c’è… al Lecce non sono piu’ concesse prove di appello. La vittoria è l’unico antidoto per ripartire e finalmente muovere qualche passo in classifica.

Una classifica che vede la squadra giallorossa dopo due turni ancora con lo “0” nella casella dei punti. Un andamento diametralmente opposto a quelle che potevano essere le aspettative della tifoseria molto delusa da un avvio di campionato che forse in realtà ancora non c’è stato. Se la panchina di Moriero traballa, neanche l’ambiente societario sembra essere sereno. Il clima è caldo e forse non tutto trapela all’esterno. Sarà forse per non far trapelare umori e sentimenti dello spogliatoio che la società ha annullato una conferenza stampa annunciata alla ripresa degli allenamenti alla quale avrebbe preso parte un giocatore giallorosso.

Gli errori, se ci sono stati come appare in maniera evidente, sono da ripartire tra tecnico, società e giocatori. Con lo stato d’animo di chi non puo’ sbagliare ulteriormente, la squadra è stata chiamata a raccolta dal tecnico Moriero che ha avuto alla ripresa degli allenamenti dopo la sconfitta casalinga con L’Aquila, un lungo colloquio con i giocatori al chiuso della sala stampa prima e in campo poi, sotto lo sguardo e le orecchie del direttore Tesoro. La settimana è calda e lo sarà fino all’ultimo minuto della partita con il Benevento.

I tifosi difficilmente saranno disposti ad accettare una “non prestazione” come quella vista domenica sera al Via del Mare, e con il peso sulle spalle di due retrocessioni consecutive e una mancata promozione, difficilmente si puo’ imputare ai sostenitori giallorossi di avere la puzza sotto il naso muovendo qualche critica. Gli obiettivi  dichiarati erano ben altri e dunque l’inizio con il freno a mano tirato sta complicando decisamente i piani giallorossi. Ma se il tecnico giocherà il tutto per tutto per rimettere in piedi una squadra che appare un pugile stordito da pugni in pieno volto, la società cerca di correre ai ripari restando vigile sul mercato degli svincolati.

“Nessuna trattativa – ha smentito categoricamente il disse Tesoro – circa le voci circolate su un possibile contatto con l’ex Boijnov”. In realtà l’agente dell’ex attaccante giallorosso starebbe cercando di collocare il suo giocatore in un club di serie A. Smentita anche la pista che sembrava condurre ad un altro ex salvatore Foti “ Non torneremo sui nostri passi” ha detto Tesoro.

Quella di Foti non sembra essere una manovra possibile e forse idonea, l’attaccante ex Samp non ha lasciato l’impronta nel Salento sebbene abbia collezionato qualche marcatura con la maglia del Lecce. Non ci sono novità e resta attendibile l’interesse per l’albanese Erjon Bogdani. L’ultima parola è attesa proprio dal giocatore che in più circostanze ha fatto sapere di gradire, se possibile, una soluzione che lo porti a vestire una maglia della cadetteria. La Lega Pro non sembra interessare all’attaccante in sostanza. Qualcosa accadrà e probabilmente anche a breve termine, escludendo dal gioco dei nomi possibili quello di Chevanton che resta vivo solo nell’immaginario della tifoseria. Intanto però il Lecce deve muovere la classifica e deve reagire al momento NO. Carattere e grinta ancora non si sono visti in campionato e lo slogan “con il sangue agli occhi” non può più restare solo uno slogan. L’unica certezza è che la gara di Benevento segnerà una svolta, a seconda dell’esito del match, in un caso o nell’altro… il triplice fischio finale affidato al direttore di gara Dei Giudici, fischietto della sezione di Latina,  potrebbe determinare il nuovo corso giallorosso.

Nel frattempo sono in già vendita i biglietti del Settore ospiti per la gara Benevento – Lecce in programma domenica prossima allo Stadio Comunale “Ciro Vigorito” di Benevento con inizio alle ore 15:00. La vendita dei biglietti è tassativamente vietata ai tifosi residenti nella regione Puglia non aderenti al programma “Tessera del Tifoso” o Supporter Card.  I biglietti del costo di  € 10,00 più diritti di prevendita, potranno essere acquistati entro le ore 19:00 di sabato 14 settembre. La società del Benevento infine non ha aderito al progetto “Porta un amico allo stadio”.

Sono stati definiti nelle ultime ore gli orari degli anticipi del girone B della Prima Divisione. La gara  Lecce-Prato sara’ un anticipo di giornata. I giallorossi giocheranno la gara interna con il Prato venerdi 15 novembre  alle ore 20.45.