Manifesti funebri contro Vadacca, scampato all’agguato

"Sarai sempre un infame": finti manifesti funebri contro Davide Vadacca, affissi nei pressi del cimitero. L'uomo è stato gambizzato e scampato all'agguato un anno fa nella stazione di servizio esso.

manifesto

LECCE- Manifesti funebri falsi, che annunciano la morte di Davide Vadacca, gambizzato e scampato all’agguato del 30 ottobre scorso nella stazione di servizio esso, all’uscita di Lecce, sulla superstrada per Brindisi.

Sono stati affissi nei pressi del cimitero di Lecce e recitano: “Tragicamente è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Davide Vadacca, ne danno il triste annuncio la moglie, il padre, la madre, la figlia e i parenti tutti. Rimarrai sempre nu lurdu e infame!”.

È l’ennesima azione dimostrativa contro Vadacca. Dopo l’agguato, per il quale furono arrestate due persone, colpi di pistola furono esplosi contro la sua abitazione.

La polizia sta indagando sui manifesti.