Ulivi spiantati senza autorizzazione: nei guai 5 baresi

Decine di ulivi ultradecennali spiantati lungo il tratto di ferrovia Bari Brindisi. Finiscono nei guai 5 baresi.

SAMSUNG

BRINDISI– Decine di ulivi, espiantati senza alcuna autorizzazione, per poi essere rivenditi sul mercato nero di tutta la regione. È la scoperta fatta in mattinata dalla guardia di finanza di Mola di Bari lungo la tratta ferroviaria Bari – Brindisi. In particolare, i militari, nel corso di una attività di controllo economico del territorio, notavano delle persone che, muniti di mezzi meccanici, stavano asportando delle piante di ulivo ultradecennali privi di qualunque autorizzazione e,quindi, in maniera abusiva.  I finanzieri hanno quindi proceduto al sequestro dell’intero fondo agricolo e delle piante con la segnalazione alle competenti autorità amministrative del proprietario del terreno, del committente e della ditta esecutrice dei lavori.

Tutti dovranno ora rispondere della violazione della legge regionale che tutela gli ulivi.