Rubano carburante da un cantiere edile: inseguimento in centro e tre arresti

Tentano di rubare della benzina da un cantiere edile in Via Colonnello Costadura, altezza civico 17. Polizia e Carabinieri arrestano tre giovani

GRECO_ALESSANDRO

LECCE- Sorpresi a rubare gasolio da un escavatore all’interno di un cantiere edile. Tre ragazzi sono stati arrestati a Lecce da polizia e carabinieri.

È successo di notte, intorno alle 3,30,  in via Colonnello Costadura. I carabinieri hanno inviato sul posto un’autoradio dopo aver ricevuto una segnalazione. All’arrivo della pattuglia, all’altezza del civico 17,  un ragazzo a bordo di una Opel Agila in sosta, ha cercato di nascondersi e, contemporaneamente, ha suonato il clacson.D'APOLITO_GIUSEPPE

In auto c’era una tanica di plastica, dunque è stato chiaro che il giovane, identificato in Alessandro Greco, 22enne brindisino, stesse facendo da palo all’esterno del cantiere, circoscritto da un muro di cinta e chiuso da due alti cancelli. I carabinieri hanno chiesto l’ausilio della polizia. Scavalcata la recinzione, carabinieri e poliziotti si sono ritrovati davanti a due ragazzi intenti ad aspirare gasolio con una cannula da un escavatore. Alla vista degli uomini in divisa, sono scappati scavalcando il muro di GUIDO_ANDREAcinta dalla parte che affaccia su viale de Pietro.

Dopo un inseguimento a piedi, è stato subito raggiunto ed ammanettato Andrea Guido, 26enne leccese. Poco dopo anche l’altro giovane è stato raggiunto in via dei mesagnesi. Si tratta di Giuseppe d’Apòlito, 23enne di Francavilla Fontana. Lui aveva con sé un cacciavite con il quale pare sia stato danneggiato l’escavatore. Tutti e tre rispondono di tentato furto aggravato in concorso e sono ora agli arresti domiciliari.

Anche il responsabile della ditta impegnata nel cantiere  formalizzerà la denuncia per i fatti accaduti.