Body builder stroncato da infarto. Il medico legale parla di “Iper lavoro muscolare”

L'autopsia sul giovane body builder trovato cadavere in casa sua a Taranto, parla di decesso per un problema cardiaco. Il 33enne si è sottoposto ad un iper-lavoro.

SECCARECCI

TARANTO- “Confermo che si è trattato di un problema cardiaco”. Cosi il medico legale Marcello Chironi a termine dell’esame autoptico, questo pomeriggio, sul corpo di Daniele Seccarecci, il campione di body builder trovato cadavere nella sua abitazione di Lama (Taranto), in via girasole.

Il 33enne è stato trovato riverso a terra in una pozza di sangue e con una ferita alla testa, provocata dalla caduta a seguito di un malore improvviso. Malore confermato dal professionista.

Si è trattato dunque di infarto. “Un’anomalia a 33anni – ha detto il medico legale, nominato per l’ autopsia dal pm Remo Epifani – Evidentemente è stato l’effetto dell’allenamento muscolare. Il 33enne si è sottoposto ad un iper-lavoro”.

Daniele Seccarecci era molto conosciuto. Basta vedere la sua pagina facebook, intasata dai messaggi di cordoglio di amici. Il 33enne era anche intervenuto in una trasmissione sul canale internazionale Mtv.