27 clandestini scomparsi nell’Adriatico, continuano le ricerche della nave fantasma

Sono riprese in mattinata le operazioni di ricerca dell'imbarcazione scomparsa lunedì sera nell'adriatico con a bordo 27 passeggeri. Sul barcone, partito dall'Albania, forse clandestini.

otranto-guardia-costiera

BRINDISI- Scomparsa dai monitor dei radar da ormai 2 giorni, con 27 persone a bordo. Continuano, dopo la sosta notturna, le ricerche del barcone svanito nel nulla mentre navigava in acque albanesi, a pochi chilometri dalle coste pugliesi. Nelle ricerche sono impegnate le capitanerie di porto dell’intera costa adriatica, Brindisi, Otranto e Monopoli,ognuna per il proprio tratto di competenza.
Una situazione delicata dato che l’imbarcazione trasportava, probabilmente, clandestini. Eppure, il natante nella tarda serata di lunedì non aveva esitato a lanciare un SOS alla centrale operativa della capitaneria del porto di Bari, dove è appunto giunta la segnalazione. Una segnalazione, però, forse tardiva. Della nave, partita da Valona, non si hanno più tracce. Durante la chiamata d’emergenza, erano state segnalate diverse difficoltà. Oltre al motore in avaria, anche l’impossibilità di utilizzare le luci in dotazione. Allo stesso tempo, su specifica richiesta della capitaneria, era stata confermata l’impossibilità di poter utilizzare dispositivi come Radar o Gps al fine di comunicare la posizione precisa.

Per questo motivo, le ricerche sono andate ad interessare una zona vastissima. Secondo quanto appreso, il barcone era partito dall’Albania in direzione delle coste leccesi. Ma il forte vento avrebbe potuto modificare radicalmente la rotta dell’imbarcazione, spingendola fino al nord dell’adriatico.

Per questo, sono state interessate le tre capitanerie supportate da mezzi giunti da tutta la Puglia, Taranto compresa, e gli elicotteri dei vigili del fuoco.  “Stiamo cercando a 360 gradi – ha spiegato il capitano di Vascello Giuseppe Minotauro – sia in mare che con mezzi aerei” Brindisi, al momento, è impegnata con una motovedetta che sta perlustrando il competente tratto di costa. Ma la speranza, col passare delle ore, sta diventando sempre più flebile. Come il destino dei 27 occupanti dell’imbarcazione fantasma. .