Auto contro scooter: il piccolo Mattia muore davanti agli occhi dei genitori

E‘ morto davanti agli occhi dei genitori, in auto a pochi metri di distanza, il 16enne di Tuturano Mattia Cavallo, disorcianato dal suo scooter nello scontro forntale con un'auto alle porte del paese.

incidente-galatina

TUTURANO- Il dramma si è consumato davanti gli occhi di mamma e papà che, a pochi metri di distanza, seguivano il piccolo mezzo a due ruote. Con i loro occhi, hanno visto il violento impatto, il volo, il corpo che rovinava nel canale di scolo che circonda  l’asfalto.

Mattia Cavallo, il 16enne di Tuturano rimasto vittima dell’incidente di lunedì sera su via Specchia, strada della periferia di Torchiarolo, è morto sul colpo. Nulla da fare per i soccorritori del 118 sul posto pochi minuti dopo l’impatto tra il cinquantino Gilera Runenr condotto dal giovane che, per cause ancora in corso di accertamento, è entrato in collisione con la Fiat Brava condotta dal 70enne del posto Antonio Riso, rimasto ferito solo superficialmente e già dimesso in serata dopo una veloce visita all’ospedale Perrino di Brindisi.

Mattia, figlio di un noto commerciante di carni, a bordo del suo scooter, si stava recando insieme alla sua famiglia, che seguiva il due ruote a pochi metri di distanza in un’auto, nel centro abitato, per cenare a casa della nonno. Poi, verso le 9, il tragico impatto. Con  il 16enne disarcionato dalla sella del suo Gilera e atterrare, dopo un volo di qualche decina di metri, sull’asfalto del canale.

All’arrivo dei medici, il piccolo Mattia era già volato via. Nella disperazione dei genitori, del fratellino più piccolo, di una intera comunità che piange l’ennesimo incidente mortale di una tragica estate per l’asfalto del brindisino.