Turismo, agosto 10 +. Ma la Regione non penalizzi i B&B

Bilancio piu che positivo per l'agosto tarantino appena concluso. Cosi l'associazione tarantoturismo che però si appella alla regione: "no a leggi che rallentano e ostacolano i gestori"

Bed and Breakfas

TARANTO- Un agosto strepitoso dal punto di vista turistico, è quello che si è presentato per questo 2013 in tutta la provincia ionica, partendo da Taranto. Afferamzione tutta positutuva di Irene Lamanna presidente dell’Associazione Taranto Turismo.  Merito del territorio – aggiunge –  ma anche di chi quotidianamente si impegna affinché la nostra terra possa essere non solo conosciuta, ma possa offrire ottimi servizi. C’è sempre un ma. Lammanna sottolinea: “Ovviamente il successo che si registra in questi giorni nelle strutture ricettive è da condividere con i B&b che sono in realtà i più gettonati, ma ormai penalizzati dalla legge Regione Puglia”, “Non mi sembra assolutamente regolare che, qualcuno  scomodi gli assessori regionali xkè venga realizzata una legge che penalizzi i bed & breakfast. E con quest afferzmazioni si riferisce a quella che lei stessa definisce una Lobbie di albergatori che, con la complicità di una classe politica incapace di vedere oltre il proprio naso, ha ottenuto la Legge Affossa B&B”. Il Consiglio Regionale della Puglia, lo scorso 30 luglio, ha approvato la Legge n°186, che dichiara che entro il 2016, tutti i B&B familiari dovranno ridurre del 50 % il numero delle stanze. Una legge che secondo tarantoturismo affosserà il turismo che iniziava a nascere, pina piano a taranto.