Sagra del Negroamaro, i riconoscimenti alle eccellenze salentine

A Cellino San Marco si è svolta la quinta edizione della Sagra del Negroamaro, premio città del negroamaro & Wine net. Premiate le eccellenze salentine che si sono distinte nei vari campi. Spazio alla musica con la pizzica e il reggae dei Ghetto Eden e dei Sud Sound System.

pres1

CELLINO SAN MARCO- La Sagra del Negroamaro,  ormai giunta alla quinta edizione, è un momento dedicato alla valorizzazione e promozione delle cultura salentina  d’eccellenza. L’impegno degli organizzatori è stato premiato quest’anno con  una menzione speciale  da parte dell’Associazione nazionale Città del Negroamaro, per l’impegno profuso nella promozione  della cultura vitivinicola   attraverso l’organizzazione della Sagra del Negroamaro. Un evento dedicato al vino di qualità che quest’anno è stato arricchito dalla consegna dei riconoscimenti “Premio città del Negroamaro” e “Ambasciatori della Città del Negroamaro”: riconoscimenti conferiti a personalità che si sono distinte in vari campi.

Paolo De Castro, presidente della commissione agricoltura e sviluppo rurale della Comunità europea  ha ricevuto il titolo di ambasciatore dello sviluppo rurale , per l’impegno profuso nel sostenere i capisaldi della ruralità e nel programmare interventi di sostegno, Ambasciatore della solidarietà il presidente Paolo Pagliaro per i risultati raggiunti grazie a Cuoreamico(in 13 anni questa onlus ha aiurtato 522 bambini e ragazzi, donato 133 auto  e raccolto 4 mln 241 mila euro: un aiuto concreto ai bambini meno fortunati, fatto di numeri e trasparenza.

Il prof Michele Maffìa è ambasciatore della ricerca Scientifica, grazie al progetto di ricerca Negroamaro &qualità; ambasciatori del ballo i maestri Antonella Fasiello e Tony Daga; i Ghetto Eden ambasciatori dell’identità culturale, con i loro testi impegnati su sonorità afro reggae; ambasciatore del marketing emozionale Paolo Càntele per la sua capacità di comunicare in forma innovativa e d’impatto i valori del brand Càntele.

All’imprenditore Paolo Coronese, invece, va il riconoscimento di ambasciatore per la promozione turistica per le sue capacità  e i suoi progetti in campo turistico. Premiati anche i vini di eccellenza che hanno arricchito la sagra del negroamaro e che hanno diffuso i sapori e la cultura salentina nel mondo.

La sagra del negroamaro, però, non è solo enogastronomia: c’è spazio anche per la fotografia, con un concorso al quale possono partecipare tutti scaricando il bando dal sito del comune di Cellino.  Inoltre, per due giorni, protagonista la musica con la pizzica, il reggae e poi il momento più importante rappresentato dal concerto dei Sud Soun System.