Di notte, “La terra non scotta”. Il rito della vendemmia notturna in casa Maci

Evento legato alla tradizione quello tenutosi ieri sera presso la tenuta privata del viticoltore Angelo Maci, a Cellino San Marco. Appuntamento, quello dedicato alla vendemmia notturna, di buon auspicio e suggestivo.

angelo maci

CELLINO SAN MARCO- Di notte, la terra non scotta. Di notte, la terra, diventa ancora più bella. E così, un po’ per buon auspicio, un po’ per riunire intorno a se gli amici e gli appassionati, Angelo Maci, presidente e patron di Cantina due Palme, organizza una serata dedicata alla vendemmia notturna. Un evento suggestivo, tenuto tra le mura private della tenuta di Maci, che si rivela essere un vero e proprio appuntamento con la tradizione vitivinicola, in una cornice particolarmente suggestiva e capace  di sancire il benvenuto alle attività vendemmiali.

L’occasione è ghiotta, per noi intrusi ma privilegiati osservatori e spettatori dell’evento, per degustare le eccellenze di Cantina due Palme e per cercare di carpire i risultati della vendemmia di quest’anno. Vendemmi che poi sancirà la qualità del prodotto imbottigliato e, quindi, servito.

Vendemmia come una festa. Vendemmia, anche,come volano, e ci riferiamo all’intera industria, dell’ economia del Salento. Non più un auspicio, ma un fatto. Come si evince dalle parole dell’europarlamentare Paolo De Castro  e dell’assessore regionale Fabrizio Nardoni.

Poi, dopo i saluti di rito, ecco il rituale del taglio dei grappoli.

Figlio di tradizioni contadine. Figlio delle nostre tradizioni. Padre del nostro futuro.