Promozione di massa al Comando, una nuova determina per 17 nuovi marescialli

Promossi tutti e 25 gli agenti del comando di polizia municipale di Francavilla. Ma le 25 delibere provocano un terremoto e vengono revocate in fretta e furia da un nuovo provvedimento che assegna i gradi in base al regolamento.

comando-polizia-municipale-Francavilla-Fontana

FRANCAVILLA FONTANA– L’intero corpo, o quasi, di polizia municipale, promosso e destituito nel giro di sole 48 ore. Tra avanzamenti di carriera, una diffida e 25 determine, poi revocate in fretta e furia da un nuovo provvedimento che assegna i gradi in base al regolamento, magari poco cristallino, piuttosto che sulla frettolosa voglia di qualcuno di fregiarsi di 2 o 3 striscette apposte sulla prestigiosa divisa. 

È caos al comando di polizia municipale della Città degli Imperiali che, dopo alcuni concorsi interni revocati per presunte irregolarità e dopo la “sospensione” del comandante Antonio Cito, condannato in secondo grado ad una lunga interdizione dai pubblici uffici,  si ritrova ora a fronteggiare l’ennesima patata bollente. La data da ricordare, per storici e commentatori, è quella del 26 agosto.

Giorno in cui, nel giro di pochi minuti, l’albo pretorio del sito istituzionale dell’ente viene letteralmente preso d’assalto da una lunga serie di determine aventi tutte per oggetto l’attribuzione dei gradi al personale del corpo di polizia municipale. Uno per ogni agente per un totale di 25 atti ufficiali con cui viene definita la nuova gerarchia all’interno del comando. Nello specifico, spuntano fuori 8 marescialli ordinari mentre tutti gli altri, passano da agente semplice ad agente scelto. Dov’è l’anomalia? In apparenza, a parte la tempistica, nessuna.

Nelle determine, firmate dal vicecomandante Luigi Salerno Mele, i requisiti per l’assegnazione dei nuovi gradi diventano fondamentalmente due.  In primis, gli anni di servizio e, quindi, l’anzianità. Soggetta, però, alla partecipazione di un corso, bandito dalla Regione Puglia, ormai datato di qualche anno. E così, a dispetto di altri corsi sostenuti negli ultimi tempi dall’intero corpo, ecco che persino i più anziani si sono ritrovati “scavalcati” da personale relativamente “più giovane”, provocando un vero e proprio terremoto all’interno del Comando. Capita così che tre nuovi “agenti scelti”, ma in realtà con i requisiti per il grado di maresciallo, abbiano preso carta e penna e, nel giro di pochi minuti, diffidato il vicecomandante chiamato ad un immediato ripristino delle regole contenute nel regolamento interno approvato, solo lo scorso luglio, dal commissario prefettizio del Comune Maria Rita Iaculli.

E proprio nella giornata di ieri, il vicecomandante Luigi Salerno Mele, dirigente del comando di polizia municipale, ha revocato le determine della discordia e, con un nuovo provvedimento, ha assegnato i nuovi gradi agli agenti del corpo seguendo gli stessi criteri ipotizzati nel nostro servizio. La promozione di massa può dirsi quindi completa. Il comando di polizia municipale di Francavilla Fontana vanta ora ben 7 nuovi marescialli maggiori, 6 marescialli capo e 4 marescialli ordinari. Ma anche 6 nuovi agenti specializzati. Tutti gli altri, da agenti semplici guadagnano i gradi di  agenti scelti.