Salvato in spiaggia durante infarto

ospedale 'Fazzi'

SPIAGGIABELLA- Da un semplice lieve dolore al petto il passo per l’infarto e la morte sarebbe stato breve. Almeno in questo caso. Lo ha sperimentato sulla sua pelle un uomo di 63 anni che nel pomeriggio, mentre si  trovava in riva al mare in un lido di Spiaggiabella, è stato salvato in extremis dal tempestivo intervento del 118 e di una dottoressa, sempre del 118.

Quest’ultima libera dal servizio si trovava in spiaggia in compagnia del marito cardiologo. Una sinergia di forze e competenze che ha portato a individuare un infarto in corso nonostante l’uomo stesse tutto sommato  bene e a salvargli la vita. Il 63enne è stato infatti portato al Vito Fazzi dove sarà sottoposto ad un intervento chirurgico.

Fortunatamente, a volte, possiamo raccontare anche storie finite bene.