Lecce, incognita attacco

Francesco Moriero

LECCE- Meno sette al campionato di Lega Pro sempre che lo sciopero minacciato dall’associazione italiana calciatori sulla regola dell’età media caldeggiata da Ghirelli non faccia slittare il torneo di una settimana.

Il Lecce, come le altre 17 squadre del girone B di Prima Divisione, osserva la tabella di avvicinamento al  debutto, tra una settimana, all’Arechi di Salerno. Sicuramente non saranno disponibili Amodio e Cortelezzi, i due uruguaiani arrivati in giallorosso. Il primo conosce già il campionato italiano, ma dovrà fare i conti con un periodo di inattività.

Per l’attaccante, 19 anni, Tesoro ha annunciato un inserimento graduale in squadra.

il tecnico giallorosso Moriero ha lavorato tantissimo per cercare di ottimizzare ogni reparto e i sincronismi tra ogni settore. La difesa necessita di maggiore protezione: in Coppa Italia a Parma la linea difensiva è stata troppo esposta agli attacchi avversari.

Al Tardini Moriero non poteva disporre di due elementi che sicuramente rappresenteranno i punti cardine del reparto mediano: si tratta di Romeo Papini e  Fabrizio Melara. Sulla carta con Bogliacino e Bellazzini a completare il reparto di possibili titolari è una mediana ben assortita. Sia Papini sia Melara hanno l’esperienza necessaria per dare un altro spessore al centrocampo giallorosso. Peccato che finora non è stato possibile vederli all’opera in partite ufficiali.

La squadra di Moriero ne  ha disputate ben tre in Coppa Italia, ma Papini e Melara erano ancora solo dei semplici obiettivi della società giallorossa. Forse basteranno alcuni allenamenti e gare amichevoli per raggiungere un’intesa accettabile e garantire maggiore sicurezza alla difesa e un contributo notevole in fase di attacco. Anche nel reparto avanzato ci sono ancora diverse incognite. Giacomo Beretta non ha ancora debuttato ufficialmente e la sua intesa con i compagni di squadra è tutta da scoprire.

L’attaccante ex Pavia ha dovuto fare i conti con il recupero da un vecchio infortunio rallentando così il suo inserimento nella nuova squadra.  Per non parlare di Bozzi,  puntualmente convocato per partite ufficiali, ma rimasto sempre in panchina. A dare segnali di speranza è stato Zigoni: l’attaccante ex Avellino ha realizzato una doppietta contro la Ternana, in Coppa, e un’altra rete, sia pure in fuorigioco, l’aveva firmata a Parma. Inoltre, c’è Falco. Il trequartista è ancora in giallorosso nonostante le richieste pervenute alla società giallorossa.

Il calciatore di Pulsano ha dovuto rallentare la sua preparazione per un problema ad un ginocchio, ma dovrebbe essere a disposizione per la prima di campionato a Salerno a meno di sviluppi immediati dal calciomercato. Ad ogni modo, Moriero dovrà cercare un ruolo definito per il fantasista di Pulsano.

Restare a Lecce a Lecce come vice Miccoli  non sarebbe l’ideale per Falco e al momento nel 4-4-2 (ora preferito da Moriero) Melara e Bellazzini sembrano favoriti come esterni di centrocampo