Eternit abbandonato finalmente rimosso. E la Iaculli pensa a un kit di smaltimento “fai da te”

eternit

FRANCAVILLA- Etenit abbandonato: missione compiuta. Dopo la segnalazione fatta a Telerama da alcuni residenti di contrada Forleo Superiore, a Francavilla Fontana, quelle lastre rimaste per oltre due settimane sul ciglio della strada, sbriciolate e dannose per la salute, sono state finalmente rimosse.

Come già anticipato, il commissario straordinario Maria Rita Iaculli, dopo aver preso atto del problema attestato dai vigili urbani del locale comando, ha destinato oltre 700 euro per la rimozione del malloppo, abbandonato durante la note da qualche incivile e incosciente.

Ad informarci della rimozione, gli stessi residenti, che hanno ringraziato Telerama per la sensibilità al problema. Sensibilità dimostrato, se pur con i tipici tempi della macchina amministrativa, anche dalla stessa Iaculli che ha dato mandato ai competenti uffici di verificare la possibilità di dotare il comune di Francavilla di alcuni kit specifici per la raccolta e lo smaltimento dell’ Eternit. Ad alcune ditte specializzate, infatti, l’ente di via Castello ha già fatto pervenire le richieste di preventivo finalizzate a dotare la città degli imperiali di un importante strumento.

I kit, secondo quanto elaborato dagli uffici, verrebbero forniti, dietro pagamento di una piccola somma, a tutti i cittadini che ne faranno eventualmente richiesta. Il vantaggio è, appunto, quello di bypassare gli attualmente costosi sistemi di smaltimento, osteggiati dagli stessi cittadini che poi, piuttosto che svenarsi, preferiscono abbandonare l’amianto nelle campagne. Come nel caso di contrada Forleo superiore il cui ingresso principale è stato, per giorni, un vero e proprio focolaio di sostanze tossiche.