Sindacati Vs Asl, lunedì manifestazione a San Pietro: “La Ciannamea si renda utile dimettendosi”

paola-ciannamea-295x300

SAN PIETRO VERNOTICO- Manifestazione di protesta davanti all’ospedale con a margine, all’interno della comunicazione, la ormai tradizionale richiesta di dimissioni indirizzata al direttore generale della asl Brindisina Paola Ciannamea. Dopo la breve parentesi ferragostana, le segreterie adriatiche dei sindacati rimettono i piedi in posizione da guerriglia e, se solo poche ore priam si erano lanciati in un duro attacco nei confronti del consigliere regioanle del Pd Giovanni Epifani, reo di aver assunto le difese della stessa Ciannamea, reindirizzano le loro critiche sulla direzione generale, preannunciando una manifestazione pubblica e assemblea del personale, prevista per lunedì prossimo, davanti ai cancelli dell’ospedale Melli di San Pietro.

“Una manifestazione popolare  – si legge in una nota – per rappresentare la grave situazione in cui versa tale struttura ospedaliera. Le gravi problematiche esistenti nel suddetto ospedale – secondo Cgil, Cisl e Uil – non sono altro che la punta di un icerberg di una serie di gravi criticità di cui è  vittima il sistema sanitario pubblico del nostro territorio sempre più inadeguato a rispondere alla domanda di salute dei Cittadini.

All’ordine del giorno, la situazione di crisi, oggettiva, in cui versa la sanità pugliese e brindisina in particolare.

“La verità – denucniano i sindacati – è che manca ormai da tempo una strategia aziendale, capace di introdurre elementi di buon governo: concertazione, riconversione e riqualificazione della spesa, indicatori di percorso, controllo, obiettivi chiari ed indicatori di risultato. Anche l’ospedale di San Pietro Vernotico è vittima di questa gestione fallimentare fatta di soli tagli”

Vengono quindi elencate le criticità della struttura e, più in generale dell’intero sistema: posti letto annunciati e mai attivati, reparti non ancora trasferiti nelle aree giù ristrutturate, carenze di servizi. La colpa? Ovviamente, per le sigle sindacali, è della Ciannamea. A lei è dedicata l’ultima parte della comunicazione.

“In definitiva – si legge – queste Organizzazioni Sindacali chiedono ancora una volta al Direttore Generale della ASL BR di rendersi utile veramente al sistema sanitario pubblico: SI DIMETTA!”