Affitto selvaggio, “Quei dati che sfuggono a ogni rilevazione”

godelli

LECCE- “Dati parziali, è vero, ma che confermano il trend dell’anno scorso: il turismo internazionale cresce”. Silvia Godelli, interviene nell’approfondimento di Tr news per contrastare lo scetticismo con cui è stato accolto il suo comunicato, forse troppo ottimista, in cui si afferma che il calo dei turisti italiani è stato compensato dalla crescita del turismo internazionale. Numeri ricavati dalle rilevazioni di Pugliapromozione sul 30 per cento delle strutture ricettive, incrociati con i dati delle autostrade, degli aeroporti e delle ferrovie. Ma pur sempre dati parziali, ricordano da Federalberghi. Per il presidente della Camera di Commercio, Alfredo Prete, c’è da affrontare il problema del calo dei consumi: “Non si può fare finta che tutto sia andato bene”.

L’assessore al Turismo non discute sul calo, ma insiste sulla crescita degli stranieri e poi punta il dito  su un problema irrisolto, che rende difficili le rilevazioni: la fortissima presenza di turismo nelle case d’affitto.

“Sarebbe necessario che i comuni ci dessero una mano su questo. – spiega Godelli – Questi dati sfuggono a qualsiasi rilevazione”. Il presidente della Camera di Commercio Alfredo Prete puntualizza: “E’ una microeconomia non molto legale”.

Il turismo delle seconde case è spesso un turismo in nero. Un problema che è stato sollevato qualche giorno fa anche dai residenti di Baia Verde, che  dopo aver consegnato un video denuncia a Telerama, su vandalismo e schiamazzi, hanno segnalato situazioni di “affitto selvaggio” inquietanti: box affittati anche a otto persone, senza servizi igienici. Tra i problemi scatenati dall’affitto selvaggio ci sono anche quelli del danno di immagine che subisce una località turistica quando alcuni turisti, che prenotano case via internet, arrivati sul posto, si ritrovano degli autentici bidoni: case molto diverse da quelle esposte in foto. Un problema ancora aperto, che si può risolvere solo attraverso stretti controlli comune per comune.