Torna l’Italia del Popolo, partito nazionale in salsa francavillese

Luciano Marinosci

FRANCAVILLA- Mancato l’appuntamento con le elezioni politiche di Febbraio, l’Italia del popolo, il movimento politico su base nazionale creato dal francavillese Luciano Marinosci, è pronto a tornare alla ribalta. Sulla pagina Facebook del partito, infatti, campeggia una scritta. Anzi, un messaggio: “Stiamo arrivando”. Ma chi è l’Italia del popolo?

E’ un nuovo partito nazionale, che per simbolo, colori e ideologia non può non ricordare la Forza Italia del 94. Con un leader d’altri tempi, di quelli capaci di infiammare le folle, sempre riprese, però, con inquadrature molto strette, all’interno di un montaggio che ad uno come Berlusconi, mica il primo fesso preso a caso, farebbe scappare più di una nostalgica lacrima.  Il leader è, appunto, Luciano Marinosci, francavillese doc, scomparso dalla scena politica un decennio fa quando, candidato nella fiamma tricolore per le europee, fallì l’elezione per una manciata di voti. Il nuovo soggetto politico fu presentato a Roma, alla fine dello scorso anni,   presso il teatro Salone Mergherita. Evento filmato e poi finito su Youtube, dove impazza, ma inspiegabilmente sfuggito alle attenzioni dei media nazionali. Non a quelle di Telerama che vi ripropone alcuni stralci. Nessun dubbio sulla collocazione politica, ben esplicata con un altro post pubblicato qualche ora fa.

“Milano ,14 febbraio 2013 Luciano Marinosci dopo aver fondato l’Italia del popolo ,posa la prima pietra per la fondazione di una vera alleanza federativa nel centro destra ,unica alternativa alla confusione totale che ha investito la politica ,l’Italia e il popolo italiano. La proposta raccoglie immediatamente il consenso di vari soggetti politici che non si riconoscono negli attuali schieramenti e soprattutto il consenso di numerosi giovani presenti alla riunione ,dopo numerosi interventi a favore delle tesi del nostro presidente si rimanda a data da destinarsi la stesura del documento d’intesa che dara’ inizio alla stagione federativa di centro destra per una nuova politica e per una nuova Italia”.

Insomma, non solo Forza Italia. Non solo il paventato ritorno di Alleanza Nazionale. Il centrodestra potrà contare anche sull’Italia del popolo. Un partito paragonabile ai sogni. Che nascono senza cercarli.