Lecce, nuovo tris uruguagio per Moriero

Amodio

LECCE- Con Amodio e Cortelezzi si ricomporrà il tris uruguagio formato nella passata stagione da Giacomazzi, Chevanton e Bogliacino. I due nuovi uruguaiani stanno per arrivare. Nicolas Amodio è un centrocampista che farà molto comodo a Moriero. Completerà, probabilmente, il centrocampo giallorosso che dovrebbe avere il suo perno in Mariano Bogliacino. “Amodio è fuori rosa dal Penarol – dichiara Antonio Tesoro, direttore tecnico del Lecce -, per motivi contrattuali. L’unico problema è che non gioca da sette mesi”. Sulla mediana danzeranno anche Melara, Salvi e Papini, ma con il 4-4-2 troverà spazio anche Doumbia, abile negli inserimenti. “E’ un acquisto sottovalutato – continua Tesoro -, l’affare è chiuso da una settimana”.

Il direttore tecnico del Lecce ha voluto spazzare via un po’ di scetticismo formatosi intorno ai nomi di Amodio e, soprattutto, Cortelezzi, attaccante classe ’94, il quale in Italia non è riuscito mai a sbarcare nonostante il corteggiamento di diversi club. “E’ un attaccante classe ’94, ma vi assicuro che non è stato scartato da alcune squadre italiane come leggo – dice Tesoro -, doveva venire da noi già l’anno scorso. Giocherà con la Berretti. Il suo inserimento sarà graduale”.

Con la presentazione delle nuove maglie e la campagna abbonamenti ci si avvia verso la nuova stagione. Come testimonial è stato scelto Fabrizio Miccoli, capitano del Lecce e già leader della squadra giallorossa. Sicuramente il top player della formazione leccese indicata come tra le principali candidate per la promozione in serie B.

Il cammino del Lecce non sarà semplice e ogni avversario avrà un’attenzione particolare per Miccoli, già a Parma beccato dai sostenitori parmensi con cori riservati di solito ai calciatori di colore. Nonostante questo tra le decisioni del giudice sportivo non risultano esserci ammende a carico della società emiliana. Per lo stesso motivo il Palermo (che ha affrontato il Verona) pagherà 4 mila euro di multa “per avere i suoi sostenitori , nel corso della gara – si legge nel comunicato ufficiale – rivolto reiteratamente grida e cori insultanti verso un calciatore della squadra avversaria”.