Evade dai domiciliari per affronatre il rivale in amore, arrestato

LECCE-  CUL Naveed, nato in Afganistan nel 1992 , attualmente domiciliato in Lecce, è stato tratto in arresto dal personale delle Volanti della Questura di Lecce per evasione dagli arresti domiciliari.

I fatti si sono svolti nella nottata,  alle ore 04.20 circa, una Volante, nel transitare per questo viale Marche, ha notato un gruppo di quattro giovani (tre uomini ed una donna) in strada che litigavano animatamente. Avvicinatisi, gli operatori, considerato che gli animi erano alquanto alterati, hanno chiesto l’ ausilio di un’altra Volante. per procedere alla identificazione dei presenti. Tra questi, anche Cul Naveed e D.A.M., di origini rumene di 22 anni, nota per essere la sua ex compagna e che nel mese di maggio ha proposto querela nei suoi confronti per lesioni personali, minacce ed atti persecutori.

Gli altri due uomini sono stati identificati per N.M., cittadino afgano che, come poi accertato non ha avuto nessun ruolo nella vicenda, e C.L., di 25 anni, della provincia di Lecce.

La ricostruzione ha permesso di accertare che CL, in quanto amico della giovane rumena, aveva suscitato la gelosia di Naveed facendo nascere così una lite.

Poiché nel corso della stessa, secondo quanto denunciato il cittadino italiano avrebbe aggredito il rivale con un bastone minacciandolo di morte, e che il bastone sarebbe stato poi riposto nell’auovettura con cui era giunto sul posto, è stato anch’egli sottoposto a perquisizione, ed in effetti nel vano bagagli è stata trovata una mazza da baseball, in legno, della lunghezza di cm.76, che veniva sottoposta a sequestro.

Per tali motivi, C.L. è stato indagato in stato di libertà per minacce gravi e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Per ciò che concerne il CUL, invece, visto che in data 27 maggio u.s. era stato tratto in arresto dalle Volanti a seguito di una violentissima rissa scoppiata in via Duca degli Abruzzi, visto che già sottoposto al regime degli arresti domiciliari è stato arrestato per evasione in data 14.06.2013 e 13.07.2013, vista la querela presentata dalla sua ex compagna, visti gli altri precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, si è proceduto al suo arresto per Evasione.

Dell’ arresto, si è data notizia al P.M. di turno dott.ssa LICCI, che ne disponeva la traduzione presso la locale Casa Circondariale. Successivamente, si informava il difensore d’ ufficio, avv.to CARRIERO Gerardo.