Contraffazione, Gdf: 64 milioni di prodotti sequestrati nel 2013

Guardia-di-Finanza

LECCE- In particolare, sono stati ritirati dal mercato 34 milioni di “tarocchi”, 27 milioni di prodotti pericolosi e quasi 3 milioni di falsi “made in Italy”; e’ stato sottratto al giro d’affari dell’economia criminale un valore stimabile in oltre 700 milioni; sono state scoperte, nel ricostruire la “filiera dei falsi” fino all’origine, 400 “imprese illecite” adibite a opifici e depositi. Molti i casi significativi. Da Vicenza sono partite le indagini che hanno portato al sequestro di 320mila borse ed accessori per abbigliamento contraffatti insieme alle attrezzature ed ai cliche’ per lo stampaggio rinvenuti in un caveau nascosto in uno degli opifici clandestini gestiti da un’organizzazione di italiani, romeni, senegalesi e marocchini con produzione in Campania e Lombardia; mentre a Pesaro una vasta inchiesta si e’ conclusa con la denuncia di 30 responsabili ed il sequestro di 2.700 tonnellate di falsi “biologici” contaminati da organismi geneticamente modificati (Ogm), agenti chimici vietati in agricoltura e, in alcuni casi, pesticidi tossici (granaglie, mais, semi di soia ed olio importati da Moldavia, Ucraina, Turchia ed India).

A Lecce venivano falsificati detersivi e prodotti per l’igiene personale delle piu’ note marche; a Gioia Tauro, in un container appena arrivato al porto, sono state trovate e sequestrate 12 tonnellate di sigarette contraffatte e confezionate con tabacco di provenienza sconosciuta. Falsari iperattivi anche on line: per ingannare gli acquirenti, si presentavano come rivenditori ufficiali di note griffe di moda, proponendo forti sconti. Quindici i domini sono oscurati in collaborazione con l’Antitrust, mentre un altro e’ stato sequestrato dalla Guardia di finanza.