Rotavirus, ancora un altro caso: al Perrino ricoverato un 15enne

Ospedale 'Perrino'

BRINDISI-Ancora un caso di Rotavirus nella Provincia di Brindisi. A presentare i sintomi della temibile sindrome emolitica uretica, un ragazzo di 15 anni, nelle scorse ore ricoverato d’urgenza all’ospedale Antonio Perrino di Brindisi, nel reparto malattie infettive. Il ragazzo, secondo quanto dichiarato dal direttore sanitario della struttura, la dottoressa Graziana di Bella, avrebbe superato la fase critica. Salgono quindi a 11 i casi registrati nell’ultima settimana. L’allarme era stato lanciato proprio a cavallo di Ferragosto: Ad essere colpiti 10 bambini ed un adulto.

Quest’ultimo, tutt’ora in cura al policlinico di Bari. 7,  invece, i bambini ricoverati presso l’ospedale pediatrico Giovanni XXIII del capoluogo pugliese. Altri due bambini, quindi, sono stati trasferiti al Bambin Gesù di Roma. La diagnosi è apparsa chiara sin dall’inizio. La sindrome emolitica uretica è una infezione intestinale che colpisce prevalentemente i bambini e che si manifesta con diarrea spesso caratterizzata da presenza di sangue nelle feci, vomito e dolore addominale”. Al momento, nonostante le indagini serrate da parte della Asl, non è ancora stata individuata la fonte del virus.

Eppure, in base ai ricoveri, appare chiaro come  Il focolaio sia nei pressi Torre Canne, sulla costa  Fasanese. Le Autorità sanitarie della Regione Puglia continuano a svolgere, pertanto,  le indagini epidemiologiche, in collaborazione con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità. L’invito da parte delle autorità sanitarie è di rivolgersi immediatamente presso le strutture ospedaliere del territorio non appena i sintomi, solitamente in maniera violenta, cominciano a manifestarsi.