A Francavilla, l’orologio più sballato del Salento

QuattroStelle

FRANCAVILLA- Il tempo si può fermare. Almeno su Viale Lilla di Francavilla Fontana. Fermare, sì. Ma con fusi orari multipli e diversi. Da un lato,  le 10.16 minuti. Dall’altro, l’una e 48. Quini, le tre e 25 e, infine, le 4 e 19. Quattro orari  per quello che si candida ad essere l’orologio più sballato del Salento. Eccolo qui,  nei pressi dell’incrocio con via San Francesco e via Roma, da almeno un trentennio. Metà del quale passato a segnare, su ognuno dei suoi quattro quadranti, personalissimi orari.

Impossibile, almeno al momento, risalire alla natura del manufatto e alle sue origini.  “In effetti – ci spiega un commerciante del posto – non riesco neppure a ricordare da quanto tempo sia fermo. Certo è che deve essere passato circa un decennio”. Impossibile neppure risalire alla proprietà del manufatto, conosciuto però da tutti i francavillesi come “l’orologio del Carmime”, per via della vicinanza con l’omonima chiesa.

Un vero e proprio mistero, tale anche per gli ex amministratori. “In effetti – ci spiega l’ex sindaco Vincenzo della Corte – non saprei dire a quando risalga la data di installazione.. Probabilmente, è recedente al mio primo mandato. Sono comunque molto incuriosito, e farò delle ricerche”. Anche un altro ex primo cittadino, Mario Filomeno, si trova impreparato. “ A dire il vero, non ricordavo neppure che fosse ancora in vita. Penso risalga agli anni 70 e che sia di proprietà Comunale. Ma di più non saprei dire”. L’ultimo tentativo, lo facciamo con Sandro Rodia, appassionato di storia e folklore locale. “Bella domanda – dice Rodia – cui non so rispondere. Farò qualche ricerca, perché è una cosa davvero curiosa”.

Curiosa e misteriosa. Noi,  lanciamo l’appello alla cittadinanza. Chi avesse notizie sull’orologio sballato,  batto un colpo. Lo facessero i cittadini, lo facessero gli alieni. Già messi in mezzo, in quel di Francavilla, per fatti misteriosi, in tema di arredo urbano,  tutt’ora senza una spiegazione razionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*