Controlli Cc Campi Salentina: ritirate 7 patenti

controlli carabinieri

PORTO CESAREO- Grandi manovre per la prevenzione anche da parte dei Carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, che hanno concentrato la propria attenzione “notturna” sulle violazioni del Codice dellsa Strada e – soprattutto – sulla lotta alla guida in stato di ebbrezza. Sotto la lente di ingrandimento l’area delle Marine ioniche, a cominciare dall’abitato di Porto Cesareo.

Nel corso dei controlli sono stati accertate 16 infrazioni accertate e contestate in poco tempo, di cui ben otto hanno visto protagoniste persone che guidavano in condizione di alterazione alcoolica. Il primato è toccato a una trentenne di provenienza brindisina, il cui alito vinoso e la cui marcata difficoltà affabulatoria hanno insospettito i militari: il responso etilometrico è stato elevato (1,63 grammi/litro contro il malore massimo consentito di 0,50 g/l), persino superiore a quell’1,50 g/l dopo il quale, in taluni casi, può scattare il sequestro del veicolo per la successiva confisca. Ossia, la perdita definitiva del mezzo per il proprietario che fosse stato colto alla guida in quello stato.

Più “fortunati” un sessantenne (il cui valore si è attestato a quota 1,33 g/l) e un quarantenne (0,92 g/l), entrambi del Nord Leccese. Per tutti è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, insieme al ritiro immediato della patente di guida cui, di solito, in questi casi segue una sospensione di validità non inferiore ai 6 mesi. Violazioni di carattere amministrativo sono state invece contestate a altri cinque conducenti, tutti uomini di età compresa tra i 26 e i 35 anni. Per loro, i controlli hanno sancito positività comprese tra lo 0,64 e lo 0,75 g/l, quindi al di sotto della soglia di 0,80 g/l oltre la quale lo stato di ebbrezza assume carattere penale.

In un caso, l’accertamento dei militari della pattuglia Radiomobile è seguito a un incidente stradale di lieve entità, nel quale il contravventore era alla guida di uno dei veicoli coinvolti. In simili situazioni, al ritiro della patente la segnalazione alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Lecce per la successiva sospensione del titolo di guida per periodi minimi che variano tra i 3 e i 6 mesi, secondo la gravità della infrazione.