Gusto Dopa al Sole, non solo raggae

gusto Dopa al Sole

GALLIPOLI- Dal reggae all’hip hop, dallo ska al rap. Il palco del Gusto Dopa al Sole, si è colorato, in questa sua 14ma edizione, delle note più belle del pentagramma mondiale. Al Parco Gondar di Gallipoli hanno sfilato i nomi più illustri del panorama musicale nazionale ed internazionale, rendendo l’evento unico nel suo genere.

Dopo il grande successo riscosso nella serata d’apertura, lunedì scorso, con la performance di Snoop Dogg, ora Snoop Lion, artista di fama planetaria che con la sua musica ha fatto ballare tutti, ieri sul palco, si sono alternati vari artisti che, seppure esibendosi in generi diversi, hanno ipnotizzato il pubblico.

Anche quest’anno si sono esibiti gli Après La Classe. Impossibile pensare ad un festival senza di loro.

La manifestazione conta anche su un’altra presenza fissa. Alberto D’Ascola, in arte Alborosie, è tornato anche quest’anno nel Salento, regalando beat e rime agli amanti del reggae.

Da Marsala, suo paese natale, a Gallipoli, passando per la Giamaica, dove ormai vive, Alborosie è ormai una stella nel firmamento musicale internazionale. L’unico artista bianco ad aver ricevuto il MOBO Award, premio riservato ai protagonisti della black music.