Ilva, l’accusa dell’Arpa: “Sterile approccio negazionista”

ilva-taranto

TARANTO- Il direttore generale di Arpa Puglia, Giorgio Assennato, invita l’Ilva a mettere da parte il suo “sterile approccio negazionista” in merito all’impatto ambientale causato dallo stabilimento tarantino. E’ quanto si legge in una nota indirizzata al commissario straordinario Enrico Bondi, in cui Assennato fa riferimento all’invito ricevuto come direttore generale di Arpa Puglia per il 21 agosto a Basilea dalla Società internazionale di epidemiologia. “Evidentemente – dice Assennato a Bondi – il comitato scientifico non ha condiviso il suo giudizio sull’inattendibilità del nostro lavoro in merito alla valutazione di danno sanitario dell’Ilva”. Aggiunge il direttore generale di Arpa Puglia: “Mi auguro che lei comprenda il valore strategico di trasformazione di atti amministrativi in produzione scientifica per affrontare in modo adeguato la complessità dei problemi dell’area tarantina”.