Confessò di aver arso vivo l’amante, ai domiciliari la donna accusata di omicidio volontario

tribunale

BRINDISI- Confessò di aver arso vivo l’amante, nella notte di San Silvestro. Torna a casa Dora Buongiorno, la 42enne di Carovigno accusata di omicidio volontario del compagno Cosimo De Fazio, l’imprenditore agricolo 51enne di Brindisi ritrovato ridotto a torcia umana nelle campagne di Mesagne lo scorso 26 dicembre. La donna, ora agli arresti domiciliari, attenderà quindi l’inizio del processo a casa,  il suo difensore, Roberto Cavalera aveva chiesto l’ammissione al rito alternativo, questo potrebbe significare uno sconto della pena. L’udienza è stata fissata il 19 settembre prossimo dinanzi al gup Valerio Fracassi.