Concerto in piazza, paga l’Enel. E Terronfabio diserta

La-locandina-dello-spettacolo-sponsorizzata-da-Enel

BRINDISI- Il carbone di Cerano inquina la musica di Ciccio Riccio in tour. Alla tappa di lunedì sera a Lendinuso, infatti, non parteciperanno Fabio Miglietta alias Terronfabio, uno dei componenti dei Sud Sound Sistem, e al’ artista locale emergente Rubens.

Tutto questo perchè l’evento sarebbe sponsorizzato dall’Enel. La notizia viene data dallo stesso Terronfabio, natali salentini, sulla sua bacheca facebook, annunciando così il forfait della band. Motivo: la serata è stata inserita in un programma stagionale sponsorizzato da un ente in cui entrambi i cantanti non si riconoscono e preferiscono così prendere le distanze.

Ancora nel post si legge :”Ci scusiamo per il disagio con tutta la cittadinanza.Ringraziamo tutti coloro che si erano sbattuti per questa serata ma per tutto ciò condanneremo sempre il colosso Enel che riesce a mettere scompiglio tra amministratori, attivisti e semplici cittadini stanchi di subire ricatti e stanchi di ammalarsi per colpa del loro carbone, pensando di risolvere tutto con dei ridicoli risarcimenti”.

Ci troviamo,dunque, di fronte ad una vera e propria protesta, un tentativo di pacifica sommossa in un comune in cui  il tasso di Pm10 una polvere altamente inquinante dell’aria, derivante da “emissioni di autoveicoli, processi industriali e fenomeni naturali” è il più alto di tutta la Puglia.

Se da parte degli artisti salentini non c’è alcun invito a disertare la manifestazione ma solo un rifiuto personale a partecipare, chiedono invece di boicottare l’evento i No Al Carbone. Sul loro blog,infatti, gli ambientalisti invitano a non partecipare al Ciccio Riccio in Tour e a prendere parte invece alla manifestazione a San Foca “Festa no Tap”.
Musica ed eventi, insomma, inquinati. Magari non dal carbone. Ma dal sacrosanto diritto di artisti e attivisti a prendere posizione.