Case fantasma a Baia Verde, la truffa corre sul web

web

GALLIPOLI- Alle 7 del mattino suonano alla porta: “salve, siamo quelli che hanno preso in affitto questa casa. Ci apre?”. Dopo qualche secondo di smarrimento, la padrona della villetta spiega: “questa casa non è in affitto, avete sbagliato indirizzo”. E invece no. I sedicenti inquilini sono stati raggirati. E sono tantissimi. Gruppi di 10, 15 ragazzi arrivati a baia verde, gallipoli, da ogni parte d’italia…soprattutto dalla Campania o da Bari.

Hanno prenotato on line un appartamento in via dei tigli, una delle strade della baia più vicine al mare, da un certo alessandro testa, che ha inviato loro anche la foto della villetta e la fotocopia della sua carta d’identità.

In due giorni, nella stessa casa, sono arrivate 5 comitive di vacanzieri, tutti vittime della stessa truffa.

La padrona di casa è gentile, anche se esasperata, e si offre di aiutare questi ragazzi, ma arrivano a frotte.

Molti, non tutti, sono andati a sporgere denuncia. E soprattutto, la maggior parte ha già versato un anticipo, che va dai 300 ai 500 euro. Altri, più prudenti, hanno concordato che il bonifico bancario sarebbe partito solo lunedì, dopo aver preso possesso dell’appartamento e previo ok telefonico alla banca. Tant’è: in strada, a baia verde, da qualche anno meta turistica presa d’assalto ad agosto da gruppi di ragazzi italiani perchè offre discoteche e divertimento h24 e mare bellissimo, ci sono un sacco di vittime: li riconosci dallo sguardo tra l’arrabbiato e lo smarrito, sono perennemente al cellulare per cercare una soluzione e non rinunciare definitivamente, oltre che ai soldi rubati, alla vacanza sognata e programmata.