Porto Cesareo, San Lorenzo: una notte di “Stelle senza fuochi”

fuochi-spiaggia

PORTO CESAREO- Nella notte più lunga ed attesa dell’estate, la notte di San Lorenzo di oggi  10 agosto 2013, i circa 15 chilometri di costa sabbiosa ricadenti nel territorio di Porto Cesareo,  si trasformeranno in una grande festa evento. Come vuole la tradizione infatti, saranno decine di migliaia le presenze previste sul litorale sabbioso cesarino dall’alba al tramonto, per una notte che tutti si augurano sia solo di allegria in attesa delle fatidiche stelle cadenti.

Si chiama “Stelle senza fuochi”, l’iniziativa promossa per il rispetto del paesaggio e dell’ambiente riproposta per l’ennesima estate dall’amministrazione comunale Jonica guidata dal sindaco Salvatore Albano, dal Cea (centro di educazione ambientale di Porto Cesareo ) da Legambiente di Porto Cesareo e sostenuta dall’omonima “Area Marina Protetta” e dal Consorzio del “Parco Regionale Palude del Conte e Duna Costiera”.  Un’azione che di anno in anno raccoglie consensi ed apprezzamenti.  Obiettivi della campagna, l’eliminazione dei falò, sulle spiagge ed il rispetto ambientale del Parco terrestre ‘Palude del Conte e Duna Costiera’ e dell’Amp di Porto Cesareo, perchè la grande festa notturna dì’estate che apre di fatto la settimana del Ferragosto, sia vissuta tra terra e mare, solo una notte di stelle cadenti, musica e delizie del palato grazie agli spettacoli dei tanti stabilimenti balneari e gli itinerari eco-turistici notturni in Terra d’Arneo lungo i percorsi della transumanza proposti dalle associazioni ambientaliste del territorio. .

 “Due i capisaldi del progetto al quale diamo seguito dopo l’esperienza positive degli anni scorsi- spiega il sindaco della marineria Salvatore Albano maggiore tutela e rispetto ambientale, sviluppo eco-sostenibile del territorio, sicurezza stradale nell’entroterra e lungo la costa, sinergie economico-sociali tra gli Enti proponenti le azioni”.

  Una campagna sociale di sicurezza e rispetto ambientale riproposta da anni e modestia a parte di grande successo, e che dati alla mano, ha debellato la piaga dei fuochi sulle spiagge, almeno nel corso della notte delle stelle.  “Questa azione è un vero e proprio atto d’amore per Porto Cesareo ed il suo splendido territorio –continua-. Grazie alle crescenti azioni di tutela ambientale del territorio sviluppate negli ultimi mesi prima fra tutte l’approvazione del Pug, puntiamo ad elevare l’azione amministrativa, innescando maggiore rispetto per ambiente e sicurezza, creando positività per la comunità ed i suoi ospiti. Queste attività nascono grazie sia alle sinergie tra le associazioni presenti sul territorio, l’azione del governo locale e soprattutto l’impegno sinergico della Prefettura e di tutte le forze dell’ordine operanti sul territorio (Capitaneria, Forestale, Polizia Municipale, Carabinieri, Guardia di Finanza volontari di Protezione Civile ed ambientalisti) ai quali va il nostro grazie per l’impegno e gli sforzi a tutela della sicurezza e della salvaguardia paesaggistica del territorio cesarino. Lo abbiamo ribadito in tutte le occasioni utili –conclude Albano- Porto Cesareo si sta impegnando con tutte le sue forze per svoltare e difendere il suo territorio a denti stretti dopo anni di scempi ambientali”.