Donne delle pulizie rubano iPhone 5 e lo gettano nel pozzo

SONY DSC

SANNICOLA – Ieri una dipendente di un’agenzia di case in affitto ha denunciato il furto del suo nuovissimo IPHONE 5 acquistato da pochi giorni. Immediate attività informative e di indagine hanno permesso agli uomini dell’Arma nella tarda serata di ieri di acclarare le responsabilità dell’episodio ed attribuirlo a due donne, F.O. classe 1972 di Casarano e T.D. classe 1982 di Gallipoli, incaricate di fare le pulizie per conto dell’agenzia di affitti nella casa in cui si era consumato il furto.

Ulteriori approfondite investigazioni hanno inoltre consentito di appurare che, accortesi del fatto che la malcapitata aveva dei sospetti nei loro confronti ed era intenzionata a denunciare il fatto ai Carabinieri, le due donne, allontanandosi dall’abitazione dove lavoravano in modo precipitoso ed ingiustificato e senza portare a termine le pulizie del giorno, seriamente preoccupate dell’epilogo che ci poteva essere per loro, avevano gettato in un pozzo poco lontano dalla casa l’IPHONE sottratto.

Considerato che il reato era stato commesso in orario diurno e che non erano stati rilevati segni di effrazione sulla porta d’ingresso né sulle finestre dell’abitazione, trovate regolarmente chiuse, le indagini si sono da subito concentrate su chi era presente, unitamente alla vittima, nella casa, cioè soltanto le due addette alle pulizie.

Rintracciate, identificate e messe alle strette dai Carabinieri le due hanno ammesso quanto contestatogli ed indicato il pozzo, di circa 20 metri di profondità, ove il telefono era stato gettato nella fuga. Con la collaborazione del S.A.P. dei Vigili del Fuoco di Lecce i militari hanno quindi provveduto a recuperare la refurtiva e porla sotto sequestro per il successivi rilievi dattiloscopici di rito, le due donne sono state quindi denunciate in stato di libertà per furto aggravato e continuato in concorso.