Anziana segregata, alle spalle una luga storia di sofferenza

anziana

LECCE- Ha alle spalle una storia fatta di solitudine e sofferenza la donna sordomuta di 81 anni salvata dagli agenti delle volanti di Lecce, liberata da un’abitazione leccese dove era segregata.  Una storia che gli agenti diretti dal dotto ingrosso stanno ricostruendo a poco a poco. È stata individuata innanzi tutto la donna alla quale l’anziana era affidata sino a qualche anno fa. È un’ ex infermiera dell’ex opis che aveva conosciuto lì l’anziana. Dopo la chiusura della struttura l’aveva portata a casa  e se ne prendeva cura sino a quando a causa di una grave malattia è stata costretta ad affidarla al fratello.

L’uomo, che conviveva con la proprietaria della casa dove l’anziana è stata trovata, è stato dapprima arrestato, poi si è trasferito in un’altra città, infine è morto. L’anziana sordomuta è rimasta in casa dell’ex compagna di questo e la vicenda ha assunto i risvolti drammatici che conosciamo.