Truffa ai danni della Confraternita, ai domiciliari 41enne

polizia

GALATINA-E’ agli arresti domiciliari, denunciato ormai innumerevoli volte,ma il numero dei raggiri e delle truffe continua ad arricchire il suo curriculum.

Il 13 luglio scorso l’ultima segnalazione: l’uomo, Giovanni Luigi Pellegrino, 41 anni è stato individuato dalle indagini del commissariato di polizia di Galatina come l’autore di una truffa ai danni della Confraternita della Chiesa del Carmine.

Il trucco sempre lo stesso: una fantomatica consegna di cera e la richiesta del pagamento . Il denaro veniva consegnato dall’ignaro cassiere e poi l’uomo fuggiva.

L’uomo è stato incastrato questa volta dal numero di targa.