Niurumaru Festival, a San Lorenzo i migliori vini per brindare sotto le stelle

festival

LECCE- “Il cielo stellato sopra di me, un calice di Niurumaru dentro di me”. Parafrasando Kant torna, nel clou dell’estate salentina, già alla sua seconda edizione, il festival del Niurumaru. Dall’8 all’11 agosto il salotto bello della città accoglierà quaranta tra le migliori cantine del Salento e del resto della Puglia.

Sebbene il nome dell’evento richiama fortemente la cultura vitivinicola salentina, Niurumaru festival si propone come momento di incontro e confronto con altre realtà come Calabria e Basilicata. Oltre 4 mila bottiglie saranno stappate per le principali arterie del centro storico: da via Umberto I a via Templari a Corso Vittorio Emanuele passando per Piazza Sant’Oronzo, Piazzetta Castromediano e Santa Chiara.

Un evento unico nel suo genere, capace di promuovere gli ottimi vini del Salento in una scenografia magica per natura. Un connubio raffinato, affidato a Mq Allestimenti che saprà rendere elegante l’intera cornice. Un festival che s’inserisce nell’ampia rassegna per supportare la candidatura di Lecce a capitale della cultura 2019. Non solo vino ma anche buona cucina con il teatro del gusto dove apprezzati chef si alterneranno per dare vita a spettacoli unici preparando e interpretando originali piatti tipici locali. All’interno della rassegna inoltre è stato istituito il premio Niurumaru che verrà assegnato al miglior rosso e rosato da un’apposita giuria formata da rinomati giornalisti di settore e buyers nazionali ed esteri. In prima fila, a sostegno della manifestazione, Camera di Commercio e Cia. Ma anche Provincia e Comune di Lecce.

L’evento è organizzato da “White” e “Media e Comunicazione”, media partner Telerama. La direzione artistica affidata ad Antonio Bruno. 

pagliaro-festival

festival2-p

foto Antonio Castelluzzo