Weekend di sangue sulle strade del Salento: morti centauro di 39 anni e studentessa di 19 anni

ambulanza_notte

TARANTO- Weekend di sangue sulle strade pugliesi. Alle porte di Fragagnano, in provincia di Taranto, un uomo di 39 anni, Pasquale Guida è morto dopo aver perso il controllo della moto. Fatale l’impatto che non ha dato scampo al centauro, troppo gravi le ferite riportate.

L’uomo sabato notte stava rientrando a casa, un’abitazione in campagna in cui viveva con la famiglia, quando avrebbe perso il controllo della moto affrontando l’unica curva presente sulla pista ciclabile. Pasquale guida è volato via dalla moto dopo un paio di sbandate, diversi metri oltre il luogo dell’impatto.

A ritrovarlo ormai privo di vita, all’alba di domenica, è stato un pastore che stava portando il suo gregge al pascolo nella zona di campagna. L’uomo si è accorto prima della moto, una Suzuki gialla di grossa cilindrata riversa al margine della pista ciclabile, poi ha trovato il 39enne sul terreno ed ha cercato di prestargli aiuto, ma oramai era troppo tardi. Il pastore ha allertato il 118 ma i medici del soccorso, una volta sul posto, non hanno potuto fare altro che accertare il decesso del motociclista.

Guida lavorava in proprio, in paese lo descrivono come un uomo tranquillo, onesto lavoratore, un padre di famiglia con la passione per le moto. Lascia una moglie e tre figli piccoli. I funerali saranno celebrati nelle prossime ore.

A Ostuni, invece, una ragazza di 19 anni, Margherita Bellanova, di San Marzano di San Giuseppe sempre in provincia di Taranto, è morta la scorsa notte in ospedale per le ferite riportate in un incidente avvenuto sulla strada provinciale che collega Ostuni e Ceglie Messapica, nel brindisino. La ragazza era con altri quattro amici a bordo di una Mercedes guidata da un giovane che avrebbe perso il controllo del mezzo finendo contro un muretto a secco mentre procedeva in direzione di Ceglie Messapica. Il guidatore non ha riportato ferite gravi.

La ragazza, dopo il ribaltamento dell’auto, è stata sbalzata fuori dalla vettura. Un amico è sceso dall’auto e ha provato a soccorrerla portandola fuori dalla carreggiata ma sono stati entrambi investiti da una Fiat Punto che sopraggiungeva. Non c’è stato scampo per la povera Marherita. La 19enne è morta dopo il trasporto al Pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi a causa, stando a quanto è riportato nel referto dei medici, di uno shock emorragico.