Scoperta l’ennesima truffa della cera: denunciato 42enne di Lecce

SONY DSC

COPERTINO- Fingendosi il rappresentante di una cereria di Tricase, stava mettendo a segno una serie di truffe in tutta la provincia di lecce. Ora è stato denunciato anche dai carabinieri della tenenza di Copertino un 42enne leccese residente a S. Cesario.

Questa volta, però, l’uomo è stato smascherato subito dopo aver compiuto l’ennesima truffa. Dopo aver studiato le abitudini della titolare e dei baristi di un esercizio pubblico di Copertino, nella mattinata di ieri vi si è recato, presentandosi, come sempre, come rappresentante di una cereria.

Ad una delle bariste, ha mostrato una fattura per il pagamento di oltre 200 euro che la titolare del bar avrebbe dovuto alla ditta per la fornitura di candele alla citronella.

Per rendere maggiormente verosimile la sua interpretazione, l’uomo ha finto una telefonata alla stessa titolare del bar, in quel momento assente.

La barista, così raggirata, ha consegnato la somma all’uomo. Poi è stata scoperta la truffa. Le telecamere di videosorveglianza avevano però riopreso tutto, compresa la targa dell’auto dell’uomo che, a quel punto, è stato subito rintracciato e denunciato dai carabinieri.

Nei giorni scorsi l’uomo aveva truffato anche un prete a Campi Salentina.