Moriero: “La mia squadra specchio della tifoseria e della città”

Francesco Moriero

LECCE- La stagione ufficiale del Lecce si apre con la Coppa Italia e qualche giorno di anticipo rispetto agli anni passati. La squadra giallorossa chiamata al debutto ad affrontare i piemontesi del Santhià, al Via del mare, domenica alle 20.45, si presenterà non al top della condizione fisica e incompleta. Il calciomercato è ancora apertissimo il responsabile dell’area tecnica Antonio Tesoro sta cercando di esaudire le richieste di Moriero. 

Quasi tutti gli ultimi arrivati, quelli che non hanno preso parte al ritiro di Villagrande di Montecopiolo non saranno disponibili: Martinez, Bencivenga, Salvi,  Beretta, Casiraghi. Inoltre non sarà della partita Falco, alle prese con il recupero da un problema ad un ginocchio. Forse si vedrà per un tempo Bellazzini, l’esterno offensivo ex Vicenza.

Il Lecce dovrebbe scendere in campo con Perucchini tra i pali; D’Ambrosio, Diniz, Vinetot e Nunzella (o Rullo) in difesa; Bogliacino e Tundo a centrocampo; Bellazzini, Miccoli e Falcone alle spalle di Zigoni.

Arbitrerà la partita Ceccarelli di Rimini. Fischio d’inizio alle 20,45

Sarà una partita-allenamento – ha detto Moriero -, durante la quale continuerà a valutare i potenziali progressi di Bogliacino davanti alla difesa. Risultati che determineranno le prossime mosse di mercato che andranno a completare una squadra rivoluzionata.

Moriero è tornato anche sul caso Giacomazzi e sulla fascia di capitano tolta al giocatore in modo inconsueto secondo lo stesso uruguaiano.