Visita ispettiva in Ilva dei parlamentari 5 Stelle

ilva

TARANTO- Visita ispettiva in Ilva accompagnati dagli operai. Il Movimento 5 Stelle ha raccolto l’invito che il “Comitato dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti di Taranto” ha rivolto nei giorni scorsi ai parlamentari. L’obiettivo è quello di verificare il reale stato dei reparti e delle prescrizioni AIA. I deputati del M5S hanno presentato una interrogazione al Ministro dell’Ambiente Orlando per richiedere il parere favorevole all’ispezione parlamentare.

“Abbiamo accolto l’invito – dichiarano deputati e senatori pugliesi del M5S – anche perché il Ministro Orlando non ha ancora riferito in Parlamento sul reale stato delle prescrizioni AIA. Da qui la richiesta di visita – riferiscono i parlamentari – insieme al Comitato, in uno stabilimento privato che è comunque Commissariato dallo Stato”. Nella stessa interrogazione i parlamentari 5 stelle hanno chiesto al Ministro di riferire sui Fog-Cannon in dotazione all’Ilva: “sono a norma di legge – si chiedono i deputati – funzionano in maniera ottimale?

Qualche settimana fa, infatti, un forte boato in piena notte squarciò il silenzio nel quartiere Tamburi e i fog cannon finirono sotto accusa. Accuse respinte dalle due ditte che li producono e li commercializzano.

Una seconda interrogazione, invece, pone l’attenzione sulla situazione dei dipendenti. Al Ministro del Lavoro Giovannini, i parlamentari M5S chiedono il perché, come rilevato da fonti interne allo stabilimento, molti lavoratori dell’Ilva stiano effettuando straordinari andando a ricoprire mansioni che non spettano per competenza e per esigenza di reparto e avvengono con una situazione di “contratti di solidarietà”. Situazione che rappresenta, ovviamente, un risparmio economico per l’azienda – denunciano – che non retribuisce per intero tutti i dipendenti e, oltre ciò, aumenta il rischio di incidenti sul lavoro per mansioni svolte senza una adeguata formazione.