Operazione “Mare Sicuro” 2013, sanzionati 8 diportisti

guardia costiera

OTRANTO– Continua senza sosta l’attività della Guardia Costiera di Otranto nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” 2013. Gli uomini ed i mezzi dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, unitamente a quelli dei tre uffici dipendenti di Castro, San Foca e San Cataldo, hanno intensificato ancora di più i controlli in un “momento caldo” come quello a cavallo tra luglio ed agosto.

Particolare attenzione è stata rivolta alla verifica delle unità da diporto sotto costa che, invadendo le aree riservate alla balneazione, causano non pochi pericoli per l’incolumità dei bagnanti. Sono stati sanzionati ben 5 diportisti negli ultimi giorni per aver violato questa norma ed ulteriori 3 per essere stati pizzicati, al momento del controllo, con documentazione assicurativa e di sicurezza non in linea con la normativa vigente.

Anche le pattuglie di terra hanno proseguito nelle attività di controllo delle fasce demaniali marittime, riscontrando varie difformità alle prescrizioni dell’Ordinanza di sicurezza balneare sia di Circomare Otranto che della Regione Puglia, con riferimento alla necessità per i concessionari di dotarsi di sedie per assistenza alle persone diversamente abili ed all’obbligo di lasciare alla libera fruizione la fascia di 5 metri dalla battigia.

Parallelamente alle suddette attività di controllo, sempre alta è rimasta l’attenzione sul fronte del soccorso e della necessaria assistenza via mare in caso di incendi sulla costa. Solo nella giornata di ieri gli uomini ed i mezzi della Guardia Costiera, coordinati dal Comandante TV Gian Marco Miriello, sono stati interessati, anche per il tramite della Prefettura di Lecce, nelle attività di assistenza e monitoraggio delle aree della Baia delle Orte e Capo D’Otranto, oggetto di roghi anche nel corso della nottata, proprio al fine di scongiurare l’eventuale presenza di persone “intrappolate” sulla costa.

Dal Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, ribadendo che le attività continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni, ricordano che, per ogni emergenza in mare, è sempre attivo sia da rete fissa che da cellulare il numero blu 1530 della Guarda Costiera.