Truffa ai danni di esercizi commerciali, denunciato 42enne leccese

polizia

LECCE-Aspetto distinto, modi gentili, sicuro di sé.Un uomo al di sopra di ogni sospetto, almeno in apparenza, tanto da saper conquistare la fiducia dei suoi interlocutori. Solo che dietro alle buone maniere si nascondeva un truffatore. A scoprirlo, dopo l’ennesima denuncia sono stato gli agenti delle Volanti che, dopo aver raccolto alcune testimonianze, hanno dato un volto ed un nome all’autore di diversi raggiri. A finire nei guai, un 42enne leccese, con alle spalle diversi precedenti proprio per truffa.

L’ultimo episodio risale ad alcuni giorni fa.

L’uomo, sempre con i suoi modi gentili ed educati, si sarebbe presentato in una enoteca in Via del Mare chiedendo denaro per sponsorizzare una festa. Di fronte alle reticenze della commessa, avrebbe asserito di essere d’accordo con la titolare del negozio. Non solo. Avrebbe anche finto una conversazione telefonica con quest’ultima, in presenza dell’impiegata che, convinta della buona fede del 42enne, avrebbe prelevato 120 euro dalla cassa. Solo dopo l’inutile attesa del suo ritorno con il blocchetto delle ricevute, dimenticato in auto, avrebbe avvisato la polizia.

Gli agenti, dopo aver visionato le immagini del sistema di video sorveglianza hanno riconosciuto l’autore del raggiro, lo stesso che in altre occasioni avrebbe messo a punto, con lo stesso sistema, altre truffe nel giro di pochi giorni: ai danni di un bar e di un pub, sempre a Lecce.

Inevitabile per il 42enne la denuncia a piede libero.