Muore a un anno forse per disitratazione

ospedale taranto

TARANTO- Muore a un anno per disidratazione all’ospedale Santisima Annunziata di Taranto. È l’atroce destino di un bimbo di solo un anno, compiuto qualche giorno fa, Nevio Enzo Maselli. Il piccolo era arrivato a Massafra, alle porte di Taranto, dalla Germania dopo un lungo viaggio in auto con i genitori. Domenica scorsa il bambino è stato portato al pronto soccorso dai genitori e qui i medici gli hanno diagnosticato uno stato di disidratazione. Per questa ragione il medico che lo ha visitato ha chiesto al padre del piccolo di farlo ricoverare per proseguire con la terapia. A quel punto i genitori hanno rifiutato il ricovero riportando a casa il bambino. Dopo poche ore, però, la famiglia è ritornata al pronto soccorso perché il bambino si era aggravato ed è stato necessario il ricovero nel reparto di rianimazione. A nulla è servito l’intervento della equipe medica per l’emergenza perché il piccolo è morto poco dopo.

A quanto pare, Nevio Enzo Maselli, già durante il viaggio dalla Germania a Massafra aveva vomitato almeno tre volte. I genitori, una volta arrivati a Massafra, si sono accorti che Nevio era spossato e, secondo quanto riferiscono sempre i famigliari, hanno provato a reidratarlo.

Ma le condizioni del piccolo non miglioravano, tanto che lunedì sera alle 21 si sono rivolti al pronto soccorso e qui i medici hanno consigliato il ricovero per portare avanti la terapia di ridratazione. I genitori, come detto, portano via il bambino ma due ore dopo sono di nuovo al SS Annunziata. Le condizioni di Nevio sono peggiorate, e il piccolo morirà alle 4 del mattino. Sarà un’autopsia affidata alla dottoressa domenica Laviola, disposta dal pm Fabio Lelio Testa che ha aperto un’inchiesta, a chiarire cosa è accaduto in quelle drammatiche ore e perché il piccolo Nevio è morto a un anno in modo così atroce.