L’Asl indaga sul Giannuzzi di Manduria

ospedale_manduria

MANDURIA- Anche l’Asl è pronta a indagare sull’ospedale “Giannuzzi” di Manduria. Il direttore sanitario Maria Leone sta valutando tutti gli atti e la documentazione della vicenda della donna abbandonata in ospedale. La donna originaria di Maruggio, ma residente in provincia di Ancona, giovedì scorso è stata trasportata d’urgenza con un’ambulanza del 118 all’ospedale Giannuzzi di Manduria. Secondo la denuncia del marito, però, la donna non avrebbe ricevuto alcuna assistenza nonostante la gravità della situazione e nonostante soffra di diverse patologie. Soltanto dopo l’intervento dei carabinieri la donna ha ricebvuto le cure prima di essere trasferita al reparto infettivi di Galatina con una diagnosi di setticemia. Il marito della 42enne ha fatto sapere di voler denunciare il personale del Giannuzzi per omissione di soccorso, mentre il direttore sanitario Franco Menza aveva già avviato una indagine interna sul personale in servizio giovedì scorso dalle 19.30 alle 24. le carte sono arrivate all’attenzione del direttore sanitario dell’Asl che adesso è pronta a indagare.

Intanto restano stabili le condizioni della sfortunata donna ricoverata ancora all’ospedale di galatina. Sulla vicenda erano intervenuti anche i sindacati dei medici che hanno sottoscritto un documento inviato alle istituzioni nel quale segnalano le criticità da risolvere, dalla carenza di personale e l’eccessiva penalizzazione dell’ASL di taranto con la riduzione del numero massimo di strutture complesse e semplici per rispettare i limiti imposti dalla Regione.

Proprio Maria Leone insieme al direttore del 118 di taranto balzanelli hanno rappresentato taranto in regione nell’incontro tra i vertici delòle aziende sanitarie locali e i i direttiori e coordinatopri del 118.  balzanelli ha pèresenatto datii e statistiche che fanno di taranto del 118 tarantino il sistema più veloce in italia