Quattro clandestini a bordo, arrestati due bulgari

polmare

BRINDISI- Nascondevano in auto quattro clandestini, tre dei quali minorenni, ma sono stati scoperti dalla polizia di frontiera al porto di Brindisi. Finiscono in manette due cittadini di nazionalità bulgara accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Nella giornata di domenica gli agenti della polizia di frontiera nel corso dei controlli di routine hanno individuato una Renaul Clio e una Opel Astra, entrambe con targa bulgara, sbarcate dalla nave traghetto Sorrento, proveniente da Igoumenitsa.

A  bordo delle auto erano nascosti quattro clandestini che hanno esibito carte di identità contraffatte nel tentativo di entrare nel territorio italiano. Dalle indagini è emerso che quel viaggio era costato 7mila euro, una somma pagata all’organizzazione cui appartengono i due autisti arrestati, Viktor Ganev, 30enne e Dobroslav Yakimiv, 20enne, entrambi bulgari.

I tre minorenni dopo aver richiesto asilo politico sono stati affidati al centro per minori di Monteroni, in provincia di Lecce. I due arrestati sono invece nel carcere di brindisi a disposizione del sostituto procuratore Pierpaolo Montinaro.