Regionali, Ferrarese candidato nel Cd? Marti stoppa Baldassarre. Vitali: “Tocca a un barese: Schittulli”

Francesco Schittulli

LECCE- Ferrarese candidato presidente della Regione Puglia nel segno del Ppe? Marti stoppa Baldassarre, che dagli studi di Open ha giudicato questa eventuale candidatura come una delle possibilità per riunire tutto il centrodestra sotto un unico tetto. Il parlamentare del Pdl chiarisce di non avere nulla contro il presidente di “Noicentro”, ma avverte che non sono opportune le fughe in avanti. Marti è possibilista sull’apertura del centrodestra a tutte le personalità dell’area moderata, ma spiega che nel Pdl esistono tanti nomi su cui puntare.

In altre parole, nel centrodestra ci sono diverse personalità pronte a correre per la poltrona di governatore: si pensi a Schittulli, che ha lanciato la sua candidatura forse troppo presto e che oggi trova tante resistenze interne. Ma circola anche il nome di Perrone, che però potrebbe non avere seguito da Bari in su. E chissà quanto altri nomi si faranno da qui alla data delle elezioni.

Nel dibattito interviene l’onorevole Luigi Vitali, coordinatore provinciale Pdl della provincia di Brindisi, che chiarisce la posizione di una parte consistente del Pdl: “Baldassarre ha parlato a titolo personale.Ferrarese non può essere il nostro candidato governatore perché la sua posizione non è chiara, non si capisce da che parte sta. Sia alla provincia che su Francavilla non ha disdegnato alleanze con partiti e personalità di estrema sinistra: non può essere lui il rappresentante del PPE”. Insomma, il presidente di “Noicentro”, l’uomo del “laboratorio con la sinistra”, non va bene a buona parte degli uomini del Pdl e, a quanto pare, secondo alcune indiscrezioni trapelate in mattinata, nemmeno a Fitto.

Ma c’è di più, Vitali dice di essere sicuro che il candidato del pdl sarà barese e afferma di saperlo anche per la sua vicinanza a Fitto: “Schittulli ha avuto l’imprimatur di Fitto, la palla passerà all’area barese, perché il presidente della Lilt è l’unico nome autorevole che può contrastare le personalità di Emiliano e Vendola. I mal di pancia interni su Schittulli passeranno”.

Vitali spiega anche che nomi come quello di Perrone, pur essendo autorevoli, non sarebbero abbastanza forti per contrastare le due personalità in campo della sinistra barese.

“L’unico salentino che potrebbe essere candidato a governatore con possibilità di vittoria è Raffaele Fitto”, conclude l’ex sottosegretario alla Giustizia.