MIR, Pagliaro: “Nuova Forza Italia? Utile solo se diversa”

Paolo Pagliaro

LECCE- “Il nuovo soggetto politico in cantiere nel centrodestra, Forza Italia, rappresenta una grande opportunità per il Paese e per riaccendere gli animi di chi aveva chiuso nel cassetto la passione per la politica”. Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale del Mir, Paolo Pagliaro.

“Una chance affascinante da sognare e disegnare con cura”, prosegue. “E’ fondamentale aprire la politica alla società civile, al mondo dell’associazionismo e dell’impresa, a nuovi volti in grado di rispettare quella vocazione moderna, moderata e liberale che nel ’94 accese l’entusiasmo di chi aderì a Forza Italia. Un esperimento, quello, di cui si è insabbiata l’ispirazione positiva a causa di un modo di far politica che ha portato il Paese sul baratro e alimentato un sentimento diffuso e giustificato di anti-politica. Dobbiamo tornare a parlare al mondo dell’impresa, di chi produce, degli artigiani, dei liberi professionisti, di chi vive del proprio lavoro con fatica tra i mille ostacoli dell’insopportabile burocrazia italiana, con un linguaggio di verità e concretezza, contro i parassiti della sinistra,gli sprechi e i privilegi di qualsiasi casta.

E’ necessario ricreare il legame di fiducia con i troppi cittadini che non vanno più a votare o votano Grillo per protesta. Sarebbe un peccato se la nuova Forza Italia si traducesse in un’operazione di facciata con un semplice restyling del simbolo. Volti nuovi almeno per il 75%. Dobbiamo proporre un modello di forte e radicale cambiamento che possa intercettare i delusi e soprattutto i giovani, a cui va restituita la speranza di un futuro di possibile benessere ed opportunità.

Noi del centrodestra dobbiamo accogliere le richieste dei giovani e dei politici più meritevoli che hanno un radicamento sul territorio grazie al loro impegno per la causa. Se la nuova Forza Italia non cercherà la sua linfa nella partecipazione, meritocrazia e trasparenza -conclude Pagliaro- ce ne faremo una ragione, anche perchè comunque sarà il Mir la casa dei moderati e liberali in compagnia di tutti i cittadini che vorranno entrare in politica e costruire un nuovo modello vincente insieme a noi, comunque alleati di Silvio Berlusconi e di Raffaele Fitto in Puglia.