Neonato in un cassonetto, le Forze dell’Ordine salvano Ciccio Bello

polizia

BRINDISI- “Aiuto, in quel cassonetto c’è un neonato”. Tanto è bastato, con una chiamata al centralino della forze dell’ordine, per innescare un imponente macchina dei soccorsi , con un’operazione congiunta tra Polizia Municipale, Vigili del Fuoco e carabinieri. Alla fine, però, il risultato è stato ottenuto e il neonato salvato. E pazienza se si trattava di un … Ciccio Bello!

È accaduto nel pomeriggio di mercoledì a Francavilla Fontana quando alcuni residenti hanno sentito dei gemiti provenire da una delle campane atte alla raccolta degli abiti usati. Gemiti di neonato, tipico lamento di bambino senza latte, senza mamma. Abbandonato da chissà quale madre snaturata.

Prima delle forze dell’ordine, sul posto si sono però recate le mamme e, soprattutto, le zone del quartiere. Donne vere ma sensibili. I pianti, racconta qualche testimone, si sono sprecati.

Sono stai i vigili del fuoco ad aprire la campana. Ed ecco la sorpresa, All’interno, un bambolotto, sembrerebbe privo di vestiti e quindi nudo. Ma con all’interno, un audio pre – registrato fatto di pianti e lamenti.

Tutti, hanno tirato un sospiro di sollievo tra abbracci, lacrime di liberazione e strette di mano.

Il Ciccio Bello è stato affidato ad una nuova famiglia. Tornerà a sorridere E quando lo farà, sarà solo per attirare l’attenzione del suo nuovo e giovane papà.