“L’Olio della Poesia” al milanese Franco Loi

franco-loi

SERRANO- E’ tra gli eventi più attesi dell’estate salentina: l’Olio della Poesia, giunto ormai alla 18^ edizione, è un appuntamento a cui non si può rinunciare. Non solo per il messaggio che da sempre porta avanti, cioè portare la poesia in piazza, alla portata di tutti, ma anche per i protagonisti che di volta in volta hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento e che sono stati per così dire “adottati dal Salento”.

Come Franco Loi, poeta meneghino (anche se nato a Genova) che con le sue poesie in dialetto milanese ha conquistato i lettori più sensibili. A lui, domani sera a Serrano, sarà consegnato il premio Olio della Poesia 2013: un quintale di vino, prodotto dalle aziende agricole salentine, e che sarà offerto dalla Cooperativa san Giorgio di Carpignano.

L’amore per questa terra è il vero motore del premio. A sottolinearl o è Peppino Conte, cuore e anima della manifestazione.

Organizzare un evento di questa portata, in un periodo di crisi come quello attuale, non è certo cosa semplice. “I sacrifici non sono mancati” spiega il Sindaco di Carpignano, Roberto Isola “ma ne è valsa la pena”.

C’è poi la sezione Salento D’Amare. In questo caso il riconoscimento andrà a Roberto Vecchioni.