“La Notte della Taranta”, anteprima a Taranto

notte-taranta

TARANTO- “La Notte della Taranta”, la manifestazione salentina divenuta ormai il più grande festival d’Italia, dedica a Taranto la sua anteprima. Partner dell’evento, assieme a Pugliapromozione, che finanzia la serata, sono la Fondazione “La Notte della Taranta” e il Comune di Taranto, in collaborazione con Fondazione Musica per Roma Auditorium Parco della Musica.

L’assessorato al Turismo della Regione Puglia e Pugliapromozione hanno voluto fortemente questa anteprima, portando a Taranto la manifestazione più significativa della Puglia, veicolo del brand Puglia anche all’estero, in linea con l’impegno preso per rilanciare l’immagine della città dei due mari come destinazione turistica dopo il disastro ambientale. E’ questo il senso anche della Campagna nazionale “Questa è Taranto”, progettata e finanziata sempre da Pugliapromozione, che ha portato nelle più grandi città italiane un messaggio diverso da quello diffuso dal web e dal digitale nell’ultimo anno.

Dopo il grande successo del Concertone finale de “La Notte della Taranta” 2012 a Melpignano e il tutto esaurito alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma lo scorso 29 giugno, arriva, dunque, a Taranto, sabato 27 luglio sulla Rotonda del Lungomare, l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” diretta da Goran Bregovic, Maestro Concertatore dell’edizione 2012, con la partecipazone della Goran Bregovic Wedding and Funeral Band. In apertura suonerà il Gruppo di Ricerca Popolare, originario di Ginosa nella provincia di Taranto.

Il Festival “La Notte della Taranta” 2013 si svolgerà dal 6 al 21 agosto nei centri del Salento, terminando il 24 agosto a Melpignano con il Concertone finale diretto dal nuovo Maestro Concertatore Giovanni Sollima. Fra gli ospiti di questa sedicesima edizione, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Roby Lakatos e Miguel Angel Berna.

“Con questa scelta prosegue la nostra strategia di riposizionamento del brand di Taranto – commenta il Direttore Generale di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo“La Notte della Taranta” è uno dei nostri più potenti veicoli di immagine: fare l’anteprima del Festival 2013 nella città dei due mari significa sottolineare ancora di più lo stretto legame che esiste tra Taranto e la Puglia. Dunque non si tratta solo di un evento ma di una scelta strategica che Pugliapromozione persegue con convinzione.”

Soddisfatta l’Assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli: “Quest’anno il festival La Notte della Taranta realizza nella città di Taranto l’anteprima del suo ciclo pugliese di grandi concerti estivi. Con la prestigiosa e fascinosa presenza di Goran Bregovic, l’anteprima delle manifestazioni artistiche del nostro più importante festival di musiche popolari nella città ionica assume una dimensione fortemente simbolica, puntando a evidenziare i valori della cultura e della partecipazione quali leve fondamentali per lo sviluppo civile, economico, turistico del territorio. Un atto d’amore per Taranto e un auspicio di speranza e di fiducia per un futuro migliore.”

“La Notte della Taranta” – prosegue Massimo Manera, presidente della Fondazione “La Notte della Taranta” – è in primis un patrimonio del territorio pugliese e una risorsa per la sua popolazione, e come tale si offre quale occasione e riferimento culturali comuni. La musica è certamente un veicolo di straordinaria condivisione e un concerto ne è l’episodio di sintesi più forte e immediato. Siamo felici che il progetto di incontro, che sul palco avverrà fra Orchestra Popolare e maestro concertatore, si realizzi in questa anteprima del festival anche come abbraccio fra Taranta e Taranto.

Carlo Fuortes, Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, precisa “E’ dal 2004 che il ritmo frenetico della pizzica elettrizza il pubblico di Luglio Suona Bene, la rassegna estiva nella Cavea dell’Auditorium.  Da 10 anni la Notte della Taranta, evento culturale di straordinaria intensità, grande appuntamento musicale internazionale, assume un ruolo centrale nel corso dell’estate musicale del Parco della Musica. Un evento, un rito che attrae migliaia di spettatori, letteralmente ipnotizzati dai suoni, dai balli, dai colori che si diffondono tra le cupole disegnate da Renzo Piano. In compagnia dei maestri concertatori che si sono susseguiti nel tempo: Stewart Copeland, Ambrogio Sparagna, Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic.

Una manifestazione che rappresenta un gemellaggio esemplare tra organizzazioni culturali  di zone diverse del nostro Paese, entrambi ricche di storia e di tradizioni. “ 

Anche il Sindaco di Taranto, Ippazio Stèfano, ha commentato l’anteprima della Notte della Taranta che quest’anno ha voluto privilegiare un percorso di diritti e di speranza ed ha scelto Taranto. “Questa non è solo la città dei veleni. E’ la città che continua sulla via maestra per combattere la crisi ed uscire da una monocoltura industriale che troppo spesso l’ha condizionata. E’ importante quindi aprirsi ad una nuova visione che libera l’esperienza della grande cultura del Sud ed afferrare l’ opportunità della “Notte della Taranta”: storie e tradizioni arcaiche, melodia e musica che si incrociano con i mondi contemporanei e si aprono alla contaminazione più proficua con le altre culture del Mediterraneo. Della “Notte della Taranta”, quest’anno Taranto  è protagonista”.