Schianto nella notte, muore il Maresciallo della polizia municipale Emanuele Venneri

ambulanza_notte

TARANTO- Tragedia nella notte a Taranto. In uno schianto terribile ha perso la vita Emanuele Venneri, maresciallo della Polizia Municipale di 62 anni di San Giorgio. La scorsa notte, mentre era in servizio con altri due colleghi, è rimasto vittima di un incidente stradale nei pressi dello stadio Iacovone. Una Opel Corsa, guidata da un giovane, ha travolto la vettura su cui era a bordo Venneri insieme ad altri due agenti. Il maresciallo ha avuto la peggio: Venneriera seduto sul sedile posteriore dell’auto.

La forza dell’impatto ha rotto il silenzio del quartiere nella periferia di Taranto. Erano appena trascorse le 2.15 quando l’auto della Polizia Municipale percorreva via Ancona al seguito di un mezzo dell’Amiu impegnato nella pulizia stradale. All’altezza di via Lago di Como è stata travolta da una vettura, una Ople Corsa, guidata da un giovane, che non ha rispettato il segnale di precedenza e si è immessa su via Ancona a tutta velocità travolgendo l’auto sulla quale si trovavano i tre agenti.

L’impatto è stato violentissimo e per Venneri non c’è stato nulla da fare. Immediati i soccorsi del 118 ma il maresciallo è morto sul colpo. Feriti invece gli altri due colleghi, un tenente di 52 anni e una collega di 40. Trasportati in ospedale ne avranno per venti giorni. Ferito lievemente anche il conducente della Opel Corsa. Sul posto per i rilievi sono intervenuti i Carabinieri. Da una prima indagine sembra che il giovane automobilista non fosse sotto effetto nè di alcol nè di droghe.

Il comandante della polizia municipale di Taranto, Michele Matichecchia, parla “di dolore e sconforto per una morte assurda, avvenuta per giunta in città. Sono addolorato. Era un ottimo agente – ha aggiunto – ma soprattutto un amico. Lo conoscevo da tempo, era un legame affettivo che durava da anni”.

I funerali dovrebbero svolgersi già domani pomeriggio a San Giorgio e – conclude Matichecchia – il miglior modo per salutare un collega è la presenza e la partecipazione di tutti.